DCCC - Ab Urbe Condita

Cenni storici

DCCC Ab Urbe Condita,
ovvero 8 secoli dalla fondazione di Roma. Ci troviamo alla vigilia dei primi festeggiamenti che celebrano questa ricorrenza.
È il 47 D.C. (alcune fonti posticipano la data al 48 D.C.) e Claudio è l’imperatore di Roma.
Claudio, con un termine moderno, è stato il vero outsider degli imperatori che si sono alternati sul trono di Roma.
La tradizione narra che fu trovato dai Pretoriani, nascosto dietro ad una tenda nel luogo dove fu assassinato Caligola. Tremante di paura, Claudio si aspettava di essere ucciso e invece fu proclamato Imperatore.
Ovviamente le motivazioni che portarono questo personaggio “secondario” della famiglia Giulio-Claudia a capo di Roma sono molto più complesse e articolate. Ma tant’è che a 50 anni, questo uomo, con un fisico debilitato da una malattia giovanile, deriso e collocato ai margini della vita politica, si ritrovò improvvisamente Cesare di Roma.
L’essere uno degli uomini più eruditi dell’epoca l’aiutò non poco nei 14 anni del suo governo.
Governo che portò a Roma l’annessione di nuove province come la Britannia, opere pubbliche di enorme importanza come l’ultimazione di due acquedotti, il porto di Ostia ed importanti innovazioni amministrative e legislative.

Dati tecnici.

Committente: Fujifilm (promo Fujifilm X-M1)
Nome : DCCC Ab Urbe Condita
Anno di Produzione: 2013
Durata: 4 sessioni fotografiche per complessive 19 ore di lavoro
Location: Sede Gruppo Storico Romano – Roma – Via Appia Antica 18
Partecipanti: 40 rievocatori e un Lupo

Fotografo: Max Angeloni
Assistente alla fotografia: Vincenzo Ricciarello
Make Up ed effetti speciali trucco: Mara Genoese
Organizzazione logistica e supervisione storica: Gruppo Storico Romano

Note tecniche
Macchina Fotografica: Fujifilm X-M1
Obiettivi: FujinonXF 35mm F1.4 R - XF 18 F2 R
Illuminazione: 1 Lampada da 250 Watt